MOLESTIE BUROCRATICHE E SEMPLIFICAZIONE: DIRIGENTISCUOLA INCONTRA IL D.G. PER I SISTEMI INFORMATIVI

MOLESTIE BUROCRATICHE E SEMPLIFICAZIONE: DIRIGENTISCUOLA INCONTRA IL D.G. PER I SISTEMI INFORMATIVI

Si è svolto in data odierna un incontro informale tra DIRIGENTISCUOLA ed il D.G. per i sistemi informativi e la statistica, dr. Davide D’Amico, delegato a risolvere i problemi della semplificazione delle numerose molestie burocratiche che gravano sull’attività quotidiana delle istituzioni scolastiche.

In data 21 aprile u.s., DIRIGENTISCUOLA ha consegnato al dr. D’Amico tutta la documentazione inerente il tavolo della semplificazione avviato illo tempore dall’allora Ministra Fedeli; all’epoca, i lavori avevano raggiunto uno stadio piuttosto avanzato e l’Amministrazione si era impegnata ad emanare l’apposito provvedimento col quale sarebbero state annullate le molestie burocratiche individuate.

Dopo ben quattro anni, la pervicacia del Presidente Fratta ha finalmente sensibilizzato le istituzioni ad una ripresa del discorso. Nel corso dell’odierno incontro si è fatto il punto della situazione: il dr. D’Amico, presa visione della documentazione presentatagli, si è impegnato a farsi carico di tutti gli interventi di sua competenza, facendosi altresì portavoce nelle sedi opportune di tutto ciò che necessita di un intervento degli apparati ministeriali a più ampio raggio.

DIRIGENTISCUOLA, dal canto suo, ha assicurato ogni forma di collaborazione al fine di segnalare tutte le anomalie del sistema che necessitano di intervento, sia in termini di semplificazione che di eliminazione di adempimenti e monitoraggi superflui.

Fratta: “Chi la dura la vince! Ci sono voluti anni e tanta caparbietà per riprendere i lavori del tavolo della semplificazione per   ridurre  ma anche eliminare le molestie burocratiche.  Cosa ancora più difficile quando si è soli. Se la categoria fosse unita in un’unica associazione  tutti i problemi della dirigenza sarebbero  stati già risolti o si risolverebbero un poco tempo. Deve ancora maturare la coscienza dell’unità della  categoria. Fino ad allora potremmo solo recitare il mea culpa!! “.

Articoli correlati

Riconoscimento utente

Esegui il login per scaricare il materiale riservato