Se i dirigenti scolastici sono sopravvissuti a questa ennesima molestia meritano la medaglia al valore! Nella speranza che sia l’ultimo atto o intervento, DIRIGENTISCUOLA ha inviato una nota critica alla Dr.ssa Barbieri e al Garante della Privacy, denunciando la gravità della situazione e le difficoltà delle istituzioni scolastiche.

Invece di pensare al funzionamento delle scuole, alla formazione e all’educazione dei futuri cittadini, i dirigenti scolastici sono costretti a disperdere energie per le continue molestie burocratiche. Quella della privacy è solo l’ultima in ordine di tempo! Dirigentiscuola confida nella comprensione e saggezza del Garante come evidenziato nella nota de quo.  Auspica l’apertura del tavolo della semplificazione subito dopo l’insediamento del nuovo ministro che, ci si augura, sia a conoscenza della gravità della situazione, abbia le necessarie competenze e, soprattutto, il coraggio di affrontare le situazioni e di agire con decisione e determinazione ricorrendo, se necessario, anche a terapie d’urto per superare le prevedibili resistenze di chi è responsabile dell’attuale situazione che, ribadisce il Segretario Fratta, “non è un castigo di Dio!”