È ufficialmente iniziata, con la relazione del Segretario nazionale Attilio Fratta, la tre giorni del III Congresso nazionale di “Dirigentiscuola-Codirp”. Il Segretario Generale ha sviscerato, in due ore di partecipato discorso, più volte interrotto dagli applausi della platea (costituita da oltre 60 delegati, oltre che da numerosi ospiti ed osservatori), tutte le problematiche attuali della categoria, sia dal punto di vista economico che normativo. Momento non casuale, quello odierno, che si pone nel bel mezzo di una trattativa per il rinnovo contrattuale di area Istruzione e Ricerca da troppo tempo atteso. L’auspicio è quello di sensibilizzare, finalmente, le coscienze della categoria, per una più piena consapevolezza dei propri diritti. I Dirigenti Scolastici non possono più essere “la riserva indiana” o i “figli di un Dio minore”, nell’ambito della dirigenza pubblica. Sono intervenute, dopo la relazione iniziale di Fratta, anche il Segretario Generale Codirp Tiziana Cignarelli e la delegata dell’associazione di categoria ANDIS Paola Bortoletto, i cui interventi sono stati pure molto apprezzati.
Seguirà lunedì, dopo la conclusione del congresso, nuovo, più dettagliato comunicato.

Tiziana Cignarelli

Paola Bortoletto