Pubblichiamo il documento manifesto, inviato ai ministri Fedeli, Madia e Padoan, inerente il sit-in organizzato dalla DIRIGENTISCUOLA dal 22 al 26 maggio p.v.

Come già evidenziato nel comunicato del 28/04/2017  è stata programmata la partecipazione per gruppi di regioni.  Chi intende partecipare al sit-in deve comunicare la propria disponibilità al segretario della propria regione oppure alla segreteria nazionale (info@dirigentiscuola.org). Tutti gli altri sono liberi di partecipare senza alcuna preventiva comunicazione.

 “Invito i colleghi tutti, soci e non soci – aggiunge Fratta, Segretario Generale DIRIGENTISCUOLA – a partecipare. E’ ora di far sentire forte e chiara l’indignazione della categoria non più disposta ad essere sommersa da molestie burocratiche, a essere capro espiatorio in ogni situazione, a rispondere a inadempienze altrui, ad essere considerata dirigente solo per competenze e responsabilità con una retribuzione vergognosa. Dobbiamo riprenderci la dignità che in tanti hanno calpestato per anni e che ora fingono di voler tutelare. Se saremo decisi e uniti l’Amministrazione ci darà ascolto. Non bastano le tradizionali manifestazioni o le finte manifestazioni organizzate solo per calmare gli animi esasperati. Occorrono azioni eclatanti e permanenti che coinvolgano tutta la categoria in attesa che venga recepito il messaggio da noi  lanciato sin dalla prima ora: dobbiamo prendere esempio dell’ANM!  Una categoria divisa in 40 sigle in continuo aumento, di cui 6 rappresentative, risponde solo alla logica del DIVIDE ET IMPERA.  Diciamo basta partecipando al siti-in dal 22 al 26 maggio!”