Come anticipato il Consiglio di Stato ha pubblicato in data odierna l’ordinanza tanto attesa e ha accolto  la richiesta di sospensiva presentata dal Miur, la procedura concorsuale procederà il suo iter. DiRIGENTISCUOLA ha difeso fin dall’inizio  il concorso con la costituzione ad adiuvandum del Miur già al Tar Lazio, gratuitamente e senza nessun impegno per gli aderenti e si è già impegnata per un ricorso ad adiuvandum del Miur al C.d.S per la sentenza di merito, sempre gratuitamente e senza impegno, raccogliendo numerosissime adesioni da parte dei concorrenti che hanno avuto e continuano ad avere fiducia nell’azione dell’unico sindacato formato esclusivamente da dirigenti. Nessun sindacato si era mosso a favore dei vincitori e riesce difficile comprendere i toni trionfalistici delle ultime ore, senza neanche voler nominare quelli che hanno difeso (o preteso di difendere) “bocciati e promossi”, facendo dei ricorsi la gallina dalle uova d’oro.  Molto c’è ancora da fare, a partire dal giudizio di merito fissato per il 17 ottobre.  Il Presidente Fratta, segnalando  al Miur la necessità di procedere speditamente e senza intoppi, ha già chiesto di chiarire modalità e procedure per l’espressione delle preferenze relative alle regioni  e l’assegnazione degli incarichi. “Vigileremo attentamente per garantire il rispetto dei  diritti dei vincitori e la correttezza delle operazioni di attribuzione dei punteggi anche per quanto riguarda i titoli raccogliendo, come abbiamo fatto finora, le segnalazioni dei neo dirigenti”. Tutte le informazioni verranno fornite nel corso dei seminari previsti in tutte le regioni nel mese di luglio.

Documenti correlati: ordinanza del C.d.S.