Pubblichiamo, in allegato, la nuova bozza, trasmessa in data odierna a Codirp dalla Funzione pubblica, del DDL cosiddetto “Concretezza”, che, al di là della denominazione indicata, contiene le misure che l’Amministrazione intende adottare per combattere il fenomeno dell’assenteismo sui luoghi di lavoro.

Dopo il D.Lgs. 150/2009 (cosiddetto “Brunetta”) ed i successivi DD.LLggss.  116 e 75/2017 (riforma “Madia”), il Ministero competente dell’attuale Governo (dicastero della Pubblica Amministrazione, presieduto dal Ministro Giulia Bongiorno) interviene su un problema che, malgrado tutto, sembra ancora lontano dell’essere risolto. Come avvenuto già con i precedenti decreti legislativi, di modifica del Testo unico del pubblico impiego (D.Lgs. 165 del 2001), anche il DDL “Concretezza” contiene una ulteriore “stretta” a livello di sanzioni previste per i casi di assenteismo, ancora diffusi nel pubblico impiego, non esclusa la scuola.

Sì spera, in tal modo, di risolvere in maniera definitiva uno dei problemi che, tra l’altro, continua ad arrecare notevoli danni all’erario.

Lo Stato, questa volta, riuscirà nell’impresa…? Auspichiamo di sì, ma… staremo a vedere…