Con le due lettere allegate DIRIGENTISCUOLA, nel formulare gli auguri ai due neo ministri dell’Istruzione e dell’Università e Ricerca, chiede un urgente incontro in primis alla ministra Azzolina.

Nell’attuale legislatura siamo ormai al terzo Ministro con la novità della restaurazione di Conte che ci ha riportati indietro di oltre venti anni. Come tutte le restaurazioni sarà destinata a fallire perché indietro non si torna, come, invece, auspicano coloro che continuano a parlare di Area V e di specificità della dirigenza scolastica. Conte ha pensato di accontentare i due partiti della coalizione senza rendersi conto di fare il gioco dei nostalgici!

Durante la breve meteora Fioramonti sono stati sottoscritti accordi che devono essere ancora attuati. Ed è questo che DIRIGENTISCUOLA chiede alla neo Ministra. Negli ultimi due anni, con i vari avvicendamenti i problemi non solo non sono stati risolti, ma sono peggiorati e aumentati, come ha denunciato DIRIGENTISCUOLA nell’incontro del 20 dicembre 2019.

 Se la neo Ministra non attuerà, in breve tempo, gli accordi sottoscritti soprattutto in materia di sicurezza e non concorderà con la F.P. l’atto di indirizzo all’ARAN per l’avvio delle trattative per il rinnovo del CCNL, la categoria dovrà reagire alzando, se necessario, anche le barricate.