Con l’allegata lettera aperta DIRIGENTISCUOLA chiede alla neo Ministra Azzolina e al Presidente Conte, di onorare l’intesa sottoscritta il 29 ottobre 2019 in tema di sicurezza, con decreto legge.

Il Presidente Fratta: “Il ricorso anche sproporzionato e spropositato alla decretazione d’urgenza, prevista dalla Costituzione per risolvere problemi urgenti, è sotto gli occhi di tutti. Il Governo è ricorso al decreto legge anche per scorporare o smembrare il MIUR! Non vedo perché non lo possa fare anche per risolvere il problema della sicurezza delle scuole modificando il D.lgs 81 come previsto dallo stesso entro due anni dalla sua entrata in vigore. Ne sono passati due lustri! I dirigenti scolastici non possono continuare a essere condannati per inadempienze altrui. Questo il Governo lo deve capire e deve agire urgentemente nonostante l’opposizione di quanti insorgono ogni qualvolta il Parlamento prova a trattare l’argomento. Troppo comodo addossare agli altri proprie inadempienze! Dopo anni di prese in giro e di promesse non mantenute è ora di dire basta. Se costretti i Dirigenti scolastici sono pronti a chiudere anche le scuole. I dirigenti possono essere sanzionati e condannati, come tutti i pubblici e privati dipendenti,  per negligenze proprie, ma non certamente per responsabilità e/o inadempienze altrui”.