I primi tre ricorsi  presentati tra i 2.000 ricorrenti, sono stati respinti dal Tar Lazio.

Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) accoglie l’istanza cautelare (Ricorso numero: 900/2014) nei sensi di cui in motivazione e, per l’effetto, fissa l’udienza di discussione della causa nel merito al 24 giugno 2014, sospendendo, nelle more, l’esecutività dell’impugnata sentenza; dichiara le spese della presente fase cautelare interamente compensate tra le parti.

La presente ordinanza sarà eseguita dall’Amministrazione ed è depositata presso la Segreteria della Sezione, che provvederà a darne comunicazione alle parti.