Si è tenuto lunedi 10 giugno presso l’USR Lazio il previsto incontro tra le OO.SS. rappresentative dell’Area Istruzione Ricerca e l’amministrazione rappresentata dal D.G.dott. Gildo De Angelis, dalla dott.ssa Lori Ulgiati e dal dott. Peroni sulle operazioni di attribuzione degli incarichi dirigenziali con decorrenza 1 settembre 2019 (conferme,mutamenti, mobilità).
L’Amministrazione ha previsto l’ordine delle operazioni in coerenza con l’art. 11 c. 5 del CCNL dell’Area V dell’11/07/2006 e quindi in assoluta continuità rispetto agli anni precedenti:

1) conferma degli incarichi ricoperti alla scadenza del contratto;
2) mutamento dell’incarico a seguito di ristrutturazione e riorganizzazione dell’ufficio dirigenziale;
3) mutamento dell’incarico a seguito sottodimensionamento delle istituzioni scolastiche;
4) conferimento di nuovo incarico alla scadenza del contratto e assegnazione degli incarichi ai dirigenti scolastici che rientrano, ai sensi delle disposizioni vigenti, dal collocamento fuori ruolo, comando o utilizzazione, ivi compresi gli incarichi sindacali e quelli all’estero;
5) mutamento di incarico in costanza di contratto individuale e in casi eccezionali;
6) mobilità interregionale.
Le sedi disponibili per i mutamenti d’incarico sono in totale 125, di cui 94 per le immissioni in ruolo e 18 per i pensionamenti (17 d’ufficio- 1 nominale). Nell’ elenco delle sedi disponibili non figurano le 23 istituzioni scolastiche i cui Dirigenti hanno fatto richieste di pensionamento con “quota cento”, in quanto ancora non si conoscono gli esiti delle valutazioni dell’INPS. Per tre sedi, due a Roma e una a Latina, si è in attesa di esito di ricorso. Dieci dirigenti “pensionabili” permarranno in servizio perché devono concludere progetti internazionali. A tal proposito tutte le OO.SS hanno espresso il proprio dissenso per tale pratica, in particolare Dirigentiscuola ha manifestato l’auspicio che, in futuro nel caso in cui venga data questa possibilità (non obbligo), non vengano prese in considerazione le richieste di chi inizia tali progetti durante l’ultimo anno di servizio. Non saranno messe a disposizione sedi per i dirigenti che sono ancora nella graduatoria campana del Concorso 2011.
Le istanze relative ai movimenti dovranno essere inoltrate all’Ufficio scolastico Regionale entro il 20 giugno 2018, esclusivamente tramite posta elettronica, utilizzando i modelli che a breve saranno inviati, con allegate le sedi disponibili, a tutte le Istituzioni scolastiche. In aggiunta all’invio per posta elettronica delle istanze i Dirigenti scolastici interessati dovranno compilare la richiesta di attribuzione degli incarichi accedendo ai link indicati nella comunicazione inviata alle scuole.
Per quanto riguarda la percentuale di incarichi dirigenziali da conferire ai Dirigenti Scolastici provenienti da altre regioni il D.G. comunica che tale percentuale verrà calcolata sul 10% dei posti vacanti. Tutte le OO.SS. concordano con tale decisione. Dirigentiscuola ha evidenziato che nell’informativa tenutasi al Miur era stato auspicato un comportamento uniforme dei vari USR ma la comunicazione del dott. De Angelis lascia presagire una situazione ben diversa.