Dirigentiscuola ha illustrato e consegnato al Capo dipartimento l’allegato articolato documento contenente tutte le proposte che avrebbero potuto risolvere i problemi inerenti soprattutto la scelta delle regioni e l’applicazione delle norme speciali, in modo da non scontentare nessuno.

L’amministrazione è rimasta ferma sulle posizioni iniziali confermando sostanzialmente quanto comunicato nell’incontro del 23 u.s. La posizione rigida dell’Amministrazione è finalizzata ad evitare la mole dei ricorsi o quantomeno a non essere soccombente. La macchina dei ricorsi si metterà comunque in moto soprattutto per fare cassa.

Il confronto, come noto, porebbe protrarsi per 15 giorni con conseguenze immaginabili sulle operazioni di scelta e affidamento degli incarichi, ovvero con danni agli interessati e rischio di regolare avvio dell’anno scolastico.

In breve:

– La proposta per evitare il depennamento è stata rigettata. Non ci sarà alcun obbligo di indicare tutte le regioni, ma, qualora non ci fossero sedi nelle regioni indicate, l’algoritmo provvederà ad assegnare un’altra regione. Se non sarà accettata l’istituzione assegnata l’interessato sarà depennato dalla graduatoria.

– Le leggi speciali, come la 104 e la 100,  saranno tenute in considerazione solo nella seconda fase e cioè nella scelta delle istituzioni scolastiche.

– In giornata la pubblicazione della graduatoria con tutti i candidati che hanno superato le prove.

– Da domani con ogni probabilità sarà aperta la procedura di Polis per la indicazione, in ordine di preferenza, delle regioni.

–  I concorrenti segnati con l’asterisco, i cosiddetti sessantini, potranno scegliere la regione ma non saranno destinatari di incarico fino al giudizio di merito.

– Il MIUR solleciterà gli UU.SS.RR. a pubblicare le istituzioni  disponibili.

–  Ogni UU.SS.RR. dovrà pubblicare anche le sedi nominali e l’indicazione della fascia di posizione delle istituzioni scolastiche.

– I DD.GG. dovranno attenersi ai criteri che saranno esplicitati nel verbale dell’odierno incontro che sarà pubblicato domani.

– I criteri individuati per l’assegnazione delle istituzioni scolastiche saranno inviati ai DD.GG.  e valgono per TUTTI i nuovi incarichi da conferire ai dirigenti di prima nomina, compresi quelli del precedente concorso.

Su esplicita richiesta della Dirigentiscuola  l’Amministrazione ha assicurato che i 520  idonei saranno comunque assunti con modalità da definire.

DIRIGENTISCUOLA CONSIGLIA A TUTTI GLI INTERESSATI:

  1. Di accettare comunque la sede per evitare il depennamento. La presa poi di servizio è un altro problema. Il come risolverlo sarà consigliato nel corso dei seminari che si terranno nella seconda metà di agosto. Link per iscriversi ai seminari: https://dirigentiscuoladis.wixsite.com/residenziali
  2. Inviare al D.G. della regione di assegnazione il proprio curriculum vitae atteso che il D.G. potrà comunque assegnare una sede discostandosi, motivatamente, dai criteri che saranno comunicati con il verbale dell’odierno incontro. In tal caso, non conoscendo le persone dovrà attenersi alle competenze rilevabili dal curriculum.